La nuova comunicazione ha bisogno del potere dello storytelling aziendale

Di   11 Dicembre 2021

Lo storytelling è la capacità di narrare e di raccontare storie attraverso format narrativi. Il concetto di storytelling, che è della letteratura è diventato una parte fondamentale della comunicazione aziendale diventando una disciplina che prende il nome di storytelling aziendale.
Si tratta di una tecnica che ha grande importanza sia per il B2B che per il B2C sia nella comunicazione aziendale che nel marketing.

Le aziende utilizzano lo storytelling aziendale per sfruttare il fatto che la narrazione coinvolge e cattura attenzione e interesse dell’interlocutore in modo maggiore rispetto ai classici format pubblicitari. Lo storytelling ha il vantaggio di coinvolgere l’interlocutore e il consumatore da un punto di vista emotivo oltre che dal piano razionale. Con lo storytelling le aziende vogliono creare una connessione tra il proprio business e i loro prospect o i clienti già acquisiti.

Da anni i brand hanno compreso le potenzialità dello storytelling aziendale, applicando a livello corporate i principi della narrativa e della retorica.  Lo Storytelling non consiste solo nell’inventare una storia e raccontarla, ma saper creare un legame fitto di emozioni, significati, ricordi e valori tra chi racconta e chi ascolta la narrazione.
La creazione di connessioni emotive nel processo decisionale del consumatore e nel rendere un brand riconoscibile e impresso nella memoria richiede sempre più marketing emozionale, per stimolare la parte più inconscia, istintiva e impulsiva del nostro cervello.

Ogni azienda è una storia da raccontare in grado di veicolare un messaggio e ottenere l’attenzione del consumatore. Lo storytelling aziendale permette di garantire l’attenzione, spostando il focus della comunicazione sul contenuto.

Le imprese diventano dei produttori di storie e contenuti che descrivono al cliente e alle altre aziende brand e prodotti.

Per fare un buon storytelling aziendale occorre essere in grado di catturare l’attenzione, intrattenere, appassionare, stimolando la curiosità, il senso di appartenenza e i processi di identificazione ed emulazione, per invitare anche a un processo di condivisione dei contenuti della storia.

Così come per il modello dei personaggi-tipo proposto da Vladimir Propp nel suo scritto Morfologia della Fiaba, anche per le storie di consumo è consigliabile seguire uno schema similare, includendo nel racconto alcuni elementi fondamentali:

Lo storytelling aziendale diventa uno strumento trasversale, un canale continuativo che comunica senza interrompere, emozionando e informando allo stesso tempo. Si tratta di uno strumento strategico per aumentare la brand awareness, migliorare la reputazione, riposizionare l’identità aziendale, condividere competenze e conoscenze interne, definire il posizionamento dei prodotti, raccontare gli aspetti sociali o di sostenibilità dell’impresa.

Obiettivo finale è aumentare l’engagement del cliente verso , l’unico e solo protagonista della storia che intendi raccontare, e colui che sceglierà se girare o meno la pagina del tuo libro.